A tavola con VizEat.

Amo mangiare insieme ad amici e non, amo creare appuntamenti che abbiano come sfondo la degustazione di una deliziosa pietanza e quando parliamo di  “social eating”, la nuova tendenza che rappresenta la frontiera del mangiare fuori in compagnia e che sta diventando sempre più popolare, sorrido e voglio saperne sempre di più.

Oggi parliamo di VizEat, la prima piattaforma, o meglio il primo network in Europa di Social Eating. Lanciato nel 2014 VizEat ad oggi conta già più di 1700 host iscritti in 55 Paesi del mondo. Sbarcato in Italia a inizio 2015, la community è già presente nelle maggiori città italiane come Milano, Roma, Firenze, Venezia e Napoli, con un numero complessivo di 400 Host.

I ragazzi di VizEatEd è proprio in Italia che VizEat intende concentrare la sua espansione. “Nonostante sia uno dei Paesi più turistici al mondo, infatti, la maggioranza dei viaggiatori in Italia non ha scambi (se non limitati) con le persone che vivono nei luoghi visitati – afferma Jean-Michel Petit, CEO e Co-funder di VizEat -. Siamo convinti che in Italia ci siano ottime potenzialità di sviluppo e lo dimostra anche una ricerca che abbiamo condotto”. Infatti, da un sondaggio affidato a Toluna – Louis Harris è risultato che il 70% degli italiani intervistati sarebbero felici di poter aprire le porte di casa e condividere un pranzo o una cena con persone che non si conoscono. Il loro desiderio è incontrare persone nuove, scoprire nuove culture e poter raccontare le proprie tradizioni. E ben il 65,2% degli italiani viaggiatori vorrebbero provare la cucina ‘casalinga’ del Paese che stanno visitando.

E chi meglio di VizEat può rispondere a questa esigenza?

La sua filosofia, che si può riassumere con la frase ‘in tutto il mondo seduti intorno a una tavola’, coniuga convivialità e viaggio e contribuisce a diffondere e sviluppare un nuovo modo di viaggiare, scoprire culture diverse e conoscere nuove persone.
VizEat si rivolge a tutti gli Host locali che vogliono accogliere alla loro tavola dei viaggiatori e a tutti i Guest desiderosi di conoscere una regione o un Paese in modo originale. Da questo incontro si creano nuovi rapporti umani e, perché no, anche professionali.
Ogni Host ha una storia da raccontare sulla sua città e sulle sue consuetudini: dalla tradizione culinaria scaturisce anche la promozione territoriale di un luogo, memoria e insieme base per costruire il suo futuro.

Da provare, sicuramente.

Comments are closed.